L’indice di disruptiveness misura l’originalità non l’abbondanza

https://www.nature.com/articles/d41586-019-00350-3. Articolo del 2019 che pone il problema dell’uso degli indici bibliomterici per valutare la produzione scientifica dei ricercatori, compresa tra originalità e consolidamento di dati già acquisiti. Da Zivago (di B. Pasternak ) : quella mortificante inerzia della fantasia che innumerevoli lavoratori dell’arte e della scienza si preoccupano di alimentare, perchè la genialità resti un’eccezione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...